Al Mercato Milano

Al Mercato: un locale, due anime.

Se non conosci il locale, arrivato davanti alle tende di via Sant'Eufemia, hai innanzitutto un dilemma esistenziale, entrare nella porta di destra o quella di sinistra? Ehh si perché Al Mercato, ci sono due ingressi bene diversi, a dividere le due anime del locale, accomunati da una cucina completamente a vista.
Nella porta a sinistra entri in un mondo soft, con musica di atmosfera che richiama il cibo gourmand servito, dove una gentile cameriera ti chiede come può aiutarti.
Nella porta a destra però è tutta un'altra storia, la musica è più alta, l'atmosfera molto rilassata e un po' caotica, il ragazzo dietro al banco ti dirà sicuramente che al momento non ha posto e che se vuoi ti metterà in lista.


Di fatti anche il metodo di assegnazione dei tavoli è diverso fra le due ali, nel ristorante gourmet le prenotazioni funzionano come in qualsiasi altro posto (a parte che in tutto i tavoli sono cinque, quindi scordati prenotazioni dell'ultimo minuto), mentre il Burger Bar non prende prenotazioni, chi prima arriva, prima mangia. Non da disdegnare l'attesa all'esterno, comunque, grazie agli ottimi cocktail serviti il tempo passa in fretta.
Io parlerò della porta di destra, il Burger Bar, dove si serve cibo street e fusion, si beve birra, e il cameriere (preparatissimo) ti darà sempre del tu.
Noi siamo partiti con una mega degustazione di piatti consigliatici dal maitre e dal ragazzo dietro al banco, anche per la poca comprensibilità del menu. E infatti non ce ne siamo minimamente pentiti, anzi!


Si parte con onion rings, ceviche, nachos e un Hamburger (il quarto migliore al mondo secondo non ricordo bene quale grande giornale americano). Ovviamente chiediamo il bis dell'hamburger e un altro panino, Homenaje a Bar do Mané, la cui bontà è eguagliata solo dalla difficoltà nel dirne il nome e dal suo apporto di grassi saturi (ehh si perché 400g di mortadella arrostita al forno con Emmental non sono consigliati in nessuna dieta sana). Tanto per dire che non ci siamo lasciati scappare nulla, ordiniamo il dolce del giorno, apple pie con gelato.
Accompagniamo questo leggero e salutare pasto con buona birra, abbinata dal maitre e sommelier Giacomo Gironi.
Dopo aver chiesto una copia del libro scritto sul locale, sentiamo di potercene andare soddisfatti.
Che dire di più, Al Mercato c'è da tornarci per provare la seconda parte del ristorante.

Se vi capita di passare per Milano, fate un salto in via Sant'Eufemia che con un po' di meritata attesa, potrete gustare questi e molti altri piatti che se non si possono definire adatti alla dieta di un atleta, quantomeno ripagano in gusto!

Altro in questa categoria: « Cucina Romana 2.0 Cene Clandestine #2 »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Registrati alla nostra Newsletter

Lasciaci la tua mail. Ti aggiorneremo sui nostri eventi. 




Partner di Incontri in cucina:
 Pentole AgnelliColdlineKaiUnox

Contatti 

00198 Roma | Via Basento, 52 E

+39 06 855 2446
+39 3402206788

info@incontriincucina.it

Facebook 

 

I NOSTRI ORARI:

LUNEDI - SABATO DALLE 10:00 ALLE 20:00

NELLE GIORNATE DEI CORSI DI CUCINA RIMANIAMO APERTI FINO A MEZZANOTTE

 

© Beo Srl - Incontri in Cucina P.Iva 11850621001. All rights reserved.